Quattro anni fa iniziava il primo caldo e il mio pancione era già esploso così come la mia voglia di scappare al mare tenendo tutto il giorno piedi e pancia in acqua. Ma mi sono fatta travolgere dalla paura di viaggiare in gravidanza e mi sono concessa solo una fuga fuori porta nella meravigliosa zona di Verona e Lago di Garda.

Tornando indietro, o guardando al futuro di una possibile seconda gravidanza, non mi farei – e non mi farò – più “fregare” dalla paura di viaggiare con il pancione.

Viaggiare_in_gravidanza

Io e il mio pancione all’Arena di Verona

Chi l’ha detto che non si può andare in vacanza con il pancione? Anzi, per le donne in gravidanza un bel viaggio può essere estremamente salutare e rilassante per prepararsi nel migliore dei modi al grande evento, e mettere da parte ansia, stress e pensieri. Naturalmente è opportuno seguire alcuni consigli ed accorgimenti per godersi al massimo la vacanza, senza correre nessun rischio durante la gravidanza. Innanzitutto bisogna tener conto del periodo di gestazione, poiché i primi 3 mesi sono quelli più delicati in cui è bene non correre rischi inutili per il bene del nascituro. Ciò non significa che in questo periodo le future mamme non possono partire, ma devono seguire regole ferree ben precise.

Per esempio nei primi mesi di gravidanza sono sconsigliati viaggi troppo lunghi, soprattutto in macchina, poiché potrebbero avere conseguenze estreme molto serie come l’aborto spontaneo. Bisogna evitare sforzi eccessivi, come portare valigie troppo pesanti. In tal caso chiedete aiuto ai vostri compagni o mariti, che da buoni cavalieri saranno ben lieti di aiutarvi a portare le vostre borse. Se andate al mare, cercate di evitare l’esposizione al sole nelle ore troppo calde, ma preferite la prima mattinata o il tardo pomeriggio. Portatevi sempre dietro una buona crema solare per proteggersi dai raggi ultravioletti del sole.

Il periodo migliore per godersi una vacanza è quello relativo al secondo trimestre di gestazione, cioè tra il quinto ed il settimo mese. Durante questa fase infatti scompaiono nausee e sensi di vomito, quindi è possibile passare una vacanza in totale relax. In questi casi è opportuno scegliere un posto vicino ad una struttura medica organizzata ed all’avanguardia, poiché anche se sono casi rari potrebbe verificarsi un parto prematuro. In secondo luogo scegliete paesi con un buon livello sanitario, igienico ed alimentare. Nel secondo trimestre sono indicati luoghi come il mare e la piscina, poiché il nuoto fa molto bene al nascituro ed anche alla futura mamma. Non bisogna comunque fare sforzi eccessivi, ed è opportuno verificare la temperatura dell’acqua.

In questo periodo può essere molto indicata anche la montagna, dove respirare aria pura e fare salutari passeggiate all’aperto, l’importante è non esagerare e non andare oltre i 2.000 metri. Sport estremi come surf, snorkeling, free climbing, ecc. sono ovviamente banditi durante i mesi della gravidanza. Se vi recate all’estero informatevi preventivamente sulle condizioni igieniche del paese e su eventuali malattie in corso, poiché determinati vaccini hanno delle controindicazioni per le donne in gravidanza. A tal proposito accertatevi di portare con voi la cartella clinica, in modo da poter contrastare efficacemente i sintomi della gravidanza.

Attenzione anche al fuso orario, che può provocare stanchezza e scombussolamenti, e portatevi delle creme contro i morsi di insetti. Bevete molta acqua, e prediligete una dieta ricca di vitamine, frutta e verdura facendo attenzione ai cibi locali del posto. Prima di consultare il tour operator, confrontatevi con il vostro medico per valutare l’opportunità di recarsi in determinati posti e capire quali sono i luoghi migliori per affrontare la gravidanza senza stress. Occhio anche all’abbigliamento, che deve essere fresco e leggero e non deve appesantire eccessivamente. Infine in aereo alzatevi di continuo per sgranchirvi le gambe ed evitare il rischio trombosi.

In caso di seconda gravidanza sono molto più informata rispetto a quattro anni fa e sarò pronta ad affrontare la mia futura vacanza col pancione! 

© 2017 Valigia e Passeggino