Chiamatemi pure mamma snaturata, ma a volte sento il bisogno di staccare completamente e ritagliare dei momenti per me stessa e per coltivare le amicizie più care. Con questa premessa negli scorsi mesi ho deciso di partire due volte da sola, o meglio, lasciando Ciccino a casa con papà. La prima volta alla volta di Londra, per un weekend tra sorelle e amiche.

La seconda a Valencia, come ha già raccontato a lungo Farah sul suo blog,  per una mini vacanza solo per noi due. Me e lei. Sorelle per scelta da più di vent’anni con l’estremo bisogno di stare assieme, macinare chilometri e ridere di cuore come solo noi sappiamo fare fin da quando, da bambine, trascorrevamo i pomeriggi a guardare Sailor Moon o raccontarci delle prime cotte.

La destinazione che abbiamo scelto (o meglio, che io ho scelto come regalo per il suo compleanno), come detto sopra, è stata Valencia, città che rientrava da tempo nella wish list di entrambe.

Devo ammettere che, cuore di mamma, qualsiasi cosa io abbia fatto e visto durante i due giorni il pensiero andava a come sarebbe stato se ci fosse stato anche Ciccino, se le stesse cose potessero piacere anche a lui e se la città potesse essere a misura di famiglie e bambini. Per restare in tema con il mio blog, quindi, non vi racconterò di come sia andata la nostra mini-vacanza (se siete curiosi però guardate il video di Farah e leggete il suo post!), ma voglio darvi qualche consiglio su cosa fare e vedere se visitate Valencia con bambini.

Hemisferic – Valencia con bambini

Valencia con bambini – eventi e luoghi da scoprire

Facile da raggiungere dall’Italia con collegamenti aerei quotidiani, Valencia è una meta ideale per le famiglie che vogliono prendersi una pausa dalla quotidianità, passare un weekend felice in compagnia dei piccoli. Consiglio personalmente di valutare di prenotare un appartamento famigliare a Valencia centro per poterla visitare con tutte le comodità che sono così importanti quando si viaggia con bambini. Tra sport, cultura, buon cibo e spettacoli, per i nostri bambini regna l’imbarazzo della scelta.

A marzo, per esempio, enormi sculture di cartapesta accompagnati da fuochi d’artificio popolano le strade e le piazze della città nel Festival de Las Fallas, riconosciuto dall’UNESCO come Patrimonio culturale dell’umanità. Io ho avuto la fortuna di visitare la città proprio durante questa meravigliosa festa e devo ammettere che ha dato un tocco di piacere ed emozione in più al viaggio.

Valencia_con_bambini

I fuochi durante Las Fallas – Valencia con bambini

Se tra una visita e l’altra vi vien fame, nessun problema. Il cibo buono a Valencia non manca, tanto da meritarsi la nomina a capitale mondiale dell’alimentazione da parte della FAO (Food and Agriculture Organization). I tour gastronomici nel parco naturale di 10.000 ettari che circonda la città di Valencia, come il nuovo Bike Tour nelle risaie, o il sentiero dell’Horchata sono organizzati anche per coinvolgere, oltre a mamma e papà, anche i nanerottoli. Ed è all’insegna della gastronomia, oltre che della cultura e dello sport, che sta avvenendo la riqualificazione di molti spazi. Come la Bombas Gens, un’antica fabbrica industriale situata nella periferia della città, che riapre questa primavera come nuovo centro gastronomico-culturale o come il nuovo Art Centre che ospiterà mostre, incontri culturali, workshops & attività socio-culturali, e sarà la nuova “casa” del Ristorante stellato Ricard Camarena. E ancora: il ristorante 1 stella Michelin La Sucursal riaprirà le sue porte presso la Marina Juan Carlos I, all’interno dell’edificio Veles e Vents, Presso la Vela Valencia, Centro di Educazione Sportiva presente alla Marina Juan Carlos I, i bambini potranno partecipare a scuole e corsi di vela.

La scelta dell’hotel a Valencia è molto importante. Se volete regalarvi un po’ di insolito lusso, potete provare l’esperienza di pernottare nel nuovo hotel Marques House, situato nel cuore della città, per poi ripartire all’insegna della cultura visitando il nuovo spazio per famiglie nel Museo del Carmen, Espai de Telles: uno spazio dedicato ai bambini fino a 3 anni, dove educatori, professionisti del mondo dell’arte e dell’architettura si uniscono per far vivere esperienze su misura per i più piccoli.

Se cercate del movimento la nuova pista ciclabile di Valencia fa per voi. Venti chilometri che collegano tutti i quartieri, ricordandovi di fare una sosta per conoscere la Via della Seta, con un tour dedicato per scoprire i segreti di questa città che non ha caso è stata eletta Città di questa fibra naturale. Rimarrete affascinati, così come è successo a me, soprattutto dalla visita della Lonja della Seda, un edificio gotico che dal 1996 è Patrimonio dell’Umanità. Si potrà vivere una immersione nella natura nel Parco Naturale di Albufera, dove vi aspettano i diversi ecosistemi, fra dune, sabbie e paludi. Insomma, una vacanza a impatto zero, non solo per la possibilità di visitare la città sui pedali, ma anche perché sono numerosi i ristoranti e i tapas bar che offrono cibi a chilometro zero. E a tal proposito, che ne dite di cimentarvi con i vostri bimbi a preparare il piatto simbolo della Spagna, la Paella nella versione valenciana? Gli over 12 anni si possono divertire a cucinarla nella Escuela de Arroces y Paellas, mentre per i più piccoli è disponibile la scuola di cucina Valencia Club Cocina.

Valencia-con-bambini

Plaza de la Virgen – Valencia con bambini

Ma non per la sola gastronomia è famosa Valencia. Infatti, anche se poco conosciuta per questo aspetta, la città ha visto nascere grandi artisti e pittori come Joaquin Sorolla o Ignacio Pinazo, le cui opere verranno esposte in diverse mostre durante tutto il 2017. In particolare, l’IVAM, il Museo delle Belle Arti, il Museo della Ceramica e la Fondazione Bancaja renderanno omaggio a Pinazo, il miglior pittore impressionista di Valencia. Tutti questi musei organizzano workshops per bambini relazionati alle mostre.

Io ci porterò sicuramente Ciccino, e sarà un viaggio non solo all’insegna delle visite “classiche” come l’acquario, il centro storico o la Cattedrale, ma come già detto approfitteremo di tutte le altre attività adatte alle famiglie.

© 2017 Valigia e Passeggino